Chi sono

Si pensavo fosse Platone e invece… Finanza.

Chi ha mai detto che non c’entri?
La mente fa dei brutti scherzi ma anche incredibilmente rivelatori di realizzazione personale, che per me è arrivata proprio in questo settore, finanza…
Nasco in Sicilia, classe 1970, quella del buon vino si dice…
Famiglia numerosa, 3 fratelli direi che sono abbastanza per impostare una strategia di sopravvivenza, quindi non c’è da stupirsi se “mi disegnano” come determinata, impegnativa, imperativa. Anche secchiona direi, al liceo classico mi diplomo con i vecchi 60/60 e mi aggiungono la lode, in Università non accetto se non il 30 e il voto finale corona il tutto. Poi arriva il mondo delle risorse umane, dove vengo formata e cresco come Manager, di risorse, di prodotto, di servizio, ma manca la sfida.La vera sfida arriva proprio qui, nel fantastico mondo della finanza, dove vengo direi “stravolta”. Penso di aver subito un cambio di DNA, ma non della mia persona; quella ha un marchio di fabbrica indelebile. Non mi accontento, cerco sempre la risposta, non do soluzioni facili. Spesso contesto le soluzioni imposte (le cosiddette risposte aziendali) e colgo lo spunto per costruirne delle nuove, che mi hanno sempre portato lontano. Mi realizzo nel confronto con i miei clienti, trovo in loro sempre una motivazione in più per cercare risposte e soprattutto da me sanno che non avranno mai i cosiddetti “take away” di routine. Chiamo così quelle affermazioni facili e distintive di un tecnicismo quasi retorico che si appesantisce nel nostro lavoro quando la situazione si fa difficile: e chi sapeva che sarebbe accaduto? Dobbiamo stare calmi etc (preferisco non continuare altrimenti potreste attribuirle anche a me!).

E poi mi piace l’ironia. Si vedrà nei titoli dei miei articoli, che ricorderanno soprattutto titoli del cinema…

Il resto lo vedrete spero dalla vita di tutti i giorni, passata in auto (le mie foto lo racconteranno), mai tranquilli, sempre con una domanda, una ricerca aperta.

Spero di incontrarvi tutti nei vostri commenti e negli spunti che saprete dare con la vostra esperienza. Non tiratevi indietro, non l’ho fatto io con un mondo così complesso e così tanto affascinante, la finanza. L’ho fatto alla mia maniera: la “discorsivamente” finanza.
Maria Anna Pinturo

RESTIAMO IN CONTATTO